Il 25 Aprile si avvicina, il vostro pic-nic è già organizzato nei dettagli ? Allora… Andémo béver un’ombra:

Quante volte si sente dire a Venezia e non solo: “Ciò, Andémo béver un’ombra!”…

È un invito che è tramandato da generazioni e viene accettato volentieri special­mente da chi non disdegna il buon vino (magari il nostro Merlot); per “ombra” si intende un bicchiere di vino.

Ma da dove deriva questa espressione?
Si deve risalire alla fine del secolo XIV quando, attorno al campanile di S. Marco, si montavano delle bancarelle con varie attività commerciali: rigat­tieri, panettieri, spezieri e osterie. Con il passare degli anni rimasero prevalentemente le osterie; queste servivano il vino su dei tavoli che du­rante il giorno venivano spostati attorno al cam­panile secondo il movimento della sua ombra.
Perciò si diceva: “Andémo béver all’ombra”, che nel tempo venne storpiato in: “Andémo béver un’ombra”. Il modo di dire è tuttora vivo, tra i prediletti dei Veneziani.

Salva